Pubblicazioni

Archivio dei racconti e delle poesie pubblicati da Eksetra

Poesia di Gezim Hajdari

Ti chiamo in tutte le stagioni

Quelli che continuano a fuggire Quelli che continuano a fuggire nella neve lasciando dietro le spalle cieli impiccoliti, muri fragili che tremano sono in balìa delle dimore ignote se non delle pallide lune notturne Perché spinti a bruciare i ricordi e a rinunciare alla nostalgia? e le ceneri dei morti, gli altari che fine faranno?…

Continua a leggere
Racconto di Gertrude Sokeng

La storia di Fatima

Tutto ebbe inizio in una fredda mattina d’autunno di circa nove anni fa, però solo adesso sento che potrei riuscire a parlarne… Perché solo adesso? Forse per la necessità di rispondere alle domande del piccolo Ali che prima o poi vorrà sapere tutto del padre, o forse perché essendo tornata in Italia, negli stessi luoghi…

Continua a leggere
Poesia di Gezim Hajdari

Dove posso nascondere voci e volti

Quelli che continuano a fuggire   Quelli che continuano a fuggire nella neve lasciando dietro le spalle cieli impiccoliti, muri fragili che tremano sono in balìa delle dimore ignote se non delle pallide lune notturne Perché spinti a bruciare i ricordi e a rinunciare alla nostalgia? e le ceneri dei morti, gli altari che fine…

Continua a leggere
Racconto di Bozidar Stanisich

Il rapimento

Pensai: “E allora, se lo uccido davvero? E non è forse vero che lo dimenticherò comunque in poco tempo – perché tutto, alla fin fine si dimentica?” E mi affrettai a rispondere, spaventata dai miei pensieri: – Non dire così! Non sopravviverei alla tua morte! Lui, dopo un momento di silenzio, disse piano: – Ecco,…

Continua a leggere
Poesia di Gezim Hajdari

Le ali della mia disperazione

Quelli che continuano a fuggire   Quelli che continuano a fuggire nella neve lasciando dietro le spalle cieli impiccoliti, muri fragili che tremano sono in balìa delle dimore ignote se non delle pallide lune notturne Perché spinti a bruciare i ricordi e a rinunciare alla nostalgia? e le ceneri dei morti, gli altari che fine…

Continua a leggere
Racconto di Amik Kasoruho

Il lunghissimo volo di un’ora

Davanti alla porta mezza sconquassata di uno dei tre vani di quella capanna fatta di canne e di creta e imbiancata di calce, dove, con molta probabilità, un tempo vi avevano tenuto il bestiame e che ora era diventata la dimora di sua madre e di due altre famiglie colpite dalla stessa disgrazia, i gerani…

Continua a leggere
Introduzione – rassegna critica di Roberta Sangiorgi

Frontiere di parole. parole oltre i confini

Frontiere di parole. Parole oltre i confini Ci sono parole che creano frontiere, steccati invisibili di odio e di incomprensione; ci sono parole, invece, che abbattono i confini con l’intensità della speranza. Le parole hanno forza, la forza di chi le pronuncia, e nello stesso tempo vivono indipendentemente da chi le ha pronunciate. Le parole…

Continua a leggere
Poesia di Vida Bardiyaz

La vicina del piano di solitudine

La vicina del piano di solitudine   L’alba è penetrata nelle tende chiuse l’allarme di una sveglia risuona nei silenti meandri del sonno e la vicina, vicina del secondo piano nella penombra delle sue palpebre semichiuse e nel gesto della mano che ferma la suoneria ritrova di nuovo la mattina. Dalle cellule della memoria giunge…

Continua a leggere
Racconto di Martha Elvira Patiño

Naufragio

      Naufragio   Apro gli occhi e trovo il mio volto riflesso nel-l’acqua cristallina e quieta. Ho dormito profon-damente, ma la stanchezza ancora m’impedisce qualunque movimento, mi sento un peso morto… Osservo il mio volto sul fondo del mare e rimango stupefatto allo scoprire una forte luminosità nei miei occhi. Sono ancora pieni…

Continua a leggere
Introduzione – rassegna critica di Alessandro Ramberti

Versi senza dimora

Versi senza dimora un altro linguaggio nello sguardo un altro colore nei pensieri (Gladys Basagoitia)   In queste pagine presenterò alcune osservazioni o suggestioni sparse che i versi dei poeti selezionati per questa V edizione del concorso Eks&Tra hanno in me suscitato. Vorrei iniziare da colui che si definisce “il più triste poeta dei Balcani”,…

Continua a leggere