Ho piantoTC "Ho
pianto"

 

Ho pianto il giorno in cui presi l’aereo per
lasciare

la mia terra d’origine per altrove;

temevo che tu mi avresti abbandonato,

ma sei stata zitta.

 

Ho pianto quella volta che tu mi dicesti di avere

coraggio, mi dicevi che sarebbe stato duro lontano

dalla mia terra, e fu, temevo che avresti gridato

ma sei stata zitta.

 

Ho pianto quella volta che sono arrivato per la

prima volta nella mia terra di accoglienza, temevo

che mi avresti lasciato,

ma sei stata zitta.

 

Ho pianto quella volta che ho aperto la mia

valigia per controllare se ti avevo portato con me,

temevo che mi avessi scordato,

ma sei stata zitta.

 

E ho pianto quella volta che dimenticai di

mangiare con le mani e mangiai con le posate.

Temevo che avresti giudicato,

ma sei stata zitta.

 

Ho pianto quella volta che passai davanti ad un

mendicante che chiedeva l’elemosina e non

sapevo come aiutarlo.

Temevo che mi avresti
capito,

ma sei stata zitta.

Ecco come ho pianto, mi hai aiutato molto:

la dimora nell’acqua di un tronco d’albero non lo

trasforma mai in un coccodrillo.

 

Dovunque andrò ti porterò sempre con me,

tradizione della mia terra.

 

 


Dove posso fuggire lontano da teTC "Dove
posso fuggire lontano da te"

 

Ho cercato di attraversare mari, terre e cieli

per nascondermi da te, ma non ci sono riuscito;

ti vedo sempre nei miei sogni, o tradizione mia!

 

Ho cercato di cambiare pelle,

pensavo mi avresti abbandonato,

ora ho scoperto che tu sei nera come me,

tu sei l’espressione della mia Africa

il mio vero essere, o tradizione mia!

 

Ho  guardato
nello specchio se eri cambiata un po’,

ti vedo sempre la stessa, tu sei come me,

siamo legati da un amore eterno, o tradizione mia.

 

Ho cercato di profumarmi

nella speranza di darti un altro profumo,

non è servito a niente

il tuo profumo mi ha legato

come il profumo della mucca che non la lascia mai

per quanto duri la sua dimora nell’acqua.

Dove posso fuggire lontano da te,

mi sei sempre accanto,

tu sei 
l’essere mio stesso, o tradizione mia!

 

 


Scarica il racconto