Io in 10 righe: Ombretta Morello

Mi chiamo Ombretta Morello, sono nata a Bologna in un giorno d’autunno. Forse per questo amo le atmosfere crepuscolari, al riparo dal fragore e dall’ostentazione. Quando scrivo mi riapproprio della zona umbratile che vive e muore dentro di me. Fra le parole ritrovo l’essenza delle cose, l’autenticità delle esperienze, l’audacia delle passioni. Il gesto dello scrivere è riparo riparatore in cui le parole si fanno magiche o tragiche per calarsi giù, in fondo, fino al pozzo dei pensieri.