Io in 10 righe: Samorì Stefano

10 righe su me stesso…

Scrivere. Prima di realizzare che altri avevano questa “malsana” passione, ho scritto per tanti anni nella solitudine della mia stanzetta. E da adolescente, soffocato da ben altri modelli, quasi me ne vergognavo.

Adesso che sono un tecnico prestato alla letteratura, o almeno… è quello che mi dico per farmi coraggio quando scrivo, continuo ad insistere.

Negli anni, passati inesorabilmente, ho finalmente conosciuto altre “strane” persone che scrivevano con me, ma non mi bastava.

Poi qualche amico mi ha dato dello scrittore perché ho vinto un piccolo concorso letterario. Qualcuno altro mi ha letto su internet.

Infine ho preso parte a questo corso, conoscendo un mondo (letteralmente) di giovani scrittori entusiasti, e mi sono, ahimè detto, che avrei voluto avere vent’anni in meno o avervi partecipato vent’anni fa.