Io in 10 righe: Federico Rossi

Mi chiamo Federico, scrivo racconti ma di solito non li finisco. I miei personaggi prendono vita, si evolvono e compiono percorsi che irrimediabilmente si interrompono prima di trovare un punto di soluzione. Voglio dare voce alle loro proteste, in fondo non chiedono altro che una definizione dei loro destini e delle loro avventure.

Da quando questo laboratorio mi ha aiutato a scrivere e concludere “Le strade di Margherita”, le loro proteste si sono fatte più pressanti. A nessuno piace essere privati dei propri diritti, ma ciò che veramente manda le persone in bestia è essere discriminate rispetto ai propri simili. Ormai non ho più scuse.