Poesie realizzate dai corsisti nelle classi del Cpia a Bologna – 2019. Classe LMB VIC

Nel mio cuore
Dal momento che ti trovo nel mio cuore
c’è la pace nella mia vita.
Lavoro con i sorrisi
Mi sveglio con i sorrisi.
Ogni altra tristezza tace,
e più facile per me da comunicare.
Mi fa riconoscere alcune persone
che non so nemmeno che esistono.
In My Heart
From the moment I find you in my heart
there is peace in my life
Work with smile
Wake up with smile
Every other sadness are silent
And easier for to communicate
Make me recongnize some people
I don’t Even know they exist.
Victoria Osawe _Nigeria

Vita
Non sono gli anni che contano nella vita,
è la vita che metti in quegli anni .
Jorgo Qosja _Albania

Dialogo
Parole in dialogo stimolano il confronto,
il diritto di vivere in pace in tutti i contesti.
Finisce tutto quando il dialogo muore.

Selena Akther _Bangladesh

Mi piace il dialogo
Mi piace molto il dialogo.
Per ogni problema la semplice soluzione è il dialogo.
Tutti i problemi possono essere risolti attraverso il dialogo.
Nella società il dialogo è fonte di pace.
Sul volto di molte persone c’è il sorriso perché hanno il dialogo.

Samaria Shahbaz _Pakistan

Ti aspettavo quel giorno
Quel giorno il tempo era buono
Cantavo per strada come al solito.
C’era una porta: mi sembrava di riconoscerla o forse no.
Ho bussato con tanti sentimenti dentro di me
come il primo giorno di scuola,
come per un colloquio di lavoro,
come toccare l’ignoto.
Io non so che cosa mi viene incontro.
Da questo momento la porta è aperta,
mi sei di fronte in piedi e mi dici che mi aspetti da molto tempo,
sorridi e io sorrido
e finalmente ti ho conosciuto:
ugualmente occhi chiari
ugualmente cuore sincero.
Tu mi stai aspettando per cambiare
per diventare persona più forte e coraggiosa.
Da questo giorno in poi di fronte al mondo
Io posso fare qualsiasi cosa.
Quel giorno il tempo era buono.
Pengfei Lu _Cina

Dialogo tra culture
Io vengo dall’Africa
Tu vieni dall’America
Lui, Lei viene dall’Asia
Noi veniamo dall’Europa?
E siamo tutti uguali.
Il dialogo è pace
Il dialogo è un sorriso
Il dialogo è salutare gli altri
Il dialogo è comunicare con gli altri.
Finalmente il dialogo apre un modo
Per conoscere altre persone.
Katwar Abouzziane _Marocco

L’importanza del dialogo
Dialogo è una conversazione che risolve molti problemi
perché se c’è la conversazione sui problemi, i problemi si possono essere risolti.
Ecco perché è una soluzione dei problemi che ti dà la libertà di discutere di qualsiasi
problema.
Con il dialogo svanisce la violenza.
Dialogo porta pace ai Paesi ed è anche importante per le dittature perché spiega
I problemi dei cittadini al dittatore.
Rabail Arif _Pakistan

Pace e lavoro
L’uomo crea soluzioni che possono creare molti problemi.
Quando sei libero hai molti problemi.
Il dittatore è responsabile di: ogni bambino, di ogni fabbrica…
Il dittatore risponde di tutti i problemi che ha ogni persona.
In U.R.S.S. ogni persona è obbligata al lavoro.
Questo paese vuole la pace per tutte le persone
Perché l’uomo che lavora in pace per la sua famiglia vive in pace anche lui
E anche la sua famiglia.
Vasyl Topalo _Ucraina

Dialogo è libertà
Il dialogo risolve molti problemi che coinvolgono il mondo intero.
Il dialogo rende una persona libera di esprimere la propria idea
Si evita così la violenza perché tutti esprimono la propria opinione.
Solo così sono uguali.
Attraverso il dialogo troviamo molte soluzioni e quindi si ottiene la pace.
Katwar Abouzziane _Marocco

Con il Dialogo
Per ottenere pace bisogna sempre avere un buon rapporto con le altre persone:
comunicare, conoscersi sono due metodi che possono dare l’inizio di un’amicizia.
Se c’è un’amicizia c’è anche la pace.
Stare in silenzio, in disparte, non cercare grandi rapporti.
Uno dei gesti amichevoli è il saluto con sorrisi: non tutti ci riescono.

Farida Parvin _Bangladesh

Impegno o fortuna nella vita?
Ci sono due modi di vivere la vita:
uno è pensare che niente è un miracolo,
l’altro è pensare che ogni cosa è un miracolo
Ayesha Tabassam _Pakistan

Rispetto nelle differenze
Ci rispettiamo a vicenda nonostante le nostre differenze
La lingua e i denti convivono pacificamente in un unico luogo.
Ciò che ha portato alla loro pacifica convivenza è il risultato
della comprensione, della collaborazione e della comunicazione efficace
che è stata messa in atto da entrambi.
Oltre a sorridersi l’un l’altro e a scambiarsi gli auguri ogni volta,
sebbene possa esserci qualche disaccordo, vivono ancora in pace.
Ci rispettiamo a vicenda nonostante le nostre differenze.
Dominic Kofi Danso _Ghana

Un malinteso per mancanza di dialogo
C’è un malinteso tra la Comunità A e B. Ciò ha provocato molti problemi.
Questo fa sì che le persone di A facciano dittatura su B.
Ciò provoca violenza perché una parte non è pronta a soccombere.
Un mediatore entra per consentire ai due di dialogare per fare prevalere la pace.
Si arriva al consenso finalmente e la pace prevale e c’è libertà per tutti,
specialmente per a comunità B.
Dominic Kofi Danso _Ghana

Il dialogo è rispetto della persona
Mi è interessato il dialogo perché la violenza non esiste.
Il dialogo è un modo per esprimere la libertà.
Con il dialogo puoi superare i problemi, puoi sconfiggere il silenzio,
il male che ti tortura.
Il dialogo è un modo per parlare con le persone e rispettarsi.
Con il dialogo ho imparato a essere positiva e a non fare entrare il male in me.
Roushon Ara Jahan _Bangladesh

Aprimi la porta
Sono venuto a casa tua
Ti ho portato dei fiori.
Ma tu non mi vuoi aprire la porta.
Perché tu non vuoi mai parlare con me?
Aprimi, fratello!
Perché domandarmi
Se sono basso
Se sono grosso
Se ho i capelli oppure no?
Aprimi, fratello!
Aprimi la porta.
Prendi dei fiori.
Parli con me?
Aprimi fratello!

Gari Vartanjan _Georgia

Poche parole
La violenza è la cattiveria.
Non dobbiamo essere violenti se vogliamo vivere in pace.
Karamoko Bamba _ Costa D’avorio

Leggenda africana: Quando non c’è dialogo
Narra una leggenda africana che, all’origine del mondo, l’elefante aveva la statura degli altri animali. Nonostante ciò, era il più prepotente, voleva comandare su tutti ed essere servito e riverito come un Re. Gli abitanti della savana, stanchi delle sue prepotenze, si riunirono di nascosto in assemblea e dissero: ”Non vogliamo più sopportare le angherie dell’elefante. Tutti noi viviamo nel terror, ogni protesta, ogni ragionamento non sono serviti a niente. E’ ora che facciamo qualcosa per fargli capire le nostre ragioni”.
Discussero a lungo fino a che, di comune accordo, decisero di dargli una sonora lezione. Invitarono il prepotente elefante in un’ampia radura dove gli avevano preparato un ricco banchetto per renderlo felice e per tenerlo occupato.
L’elefante aveva accettato ben volentieri ed era molto contento. Mentre era impegnato ma gustare il pranzo, gli animali lo circondarono e cominciarono a dargli tante botte con le zampe e con le corna fino a gonfiarlo tutto. Dalla testa ai piedi. L’elefante andò a tuffarsi nel fiume vicino per dare sollievo alle ferite.
Gli ci vollero parecchi giorni per guarire. Quando si specchiò nell’acqua del fiume vide che il suo corpo era diventato pesante, gonfio, enorme. Soltanto le orecchie erano rimaste come prima e non facevano bella figura nel suo grande testone: era diventato il più grande animale della savana ma il suo potere era finito. Non poteva più comandare nemmeno sugli animali più piccoli perché il suo grande corpo avrebbe ricordato a tutti la lezione avuta.
Victoria Osawe _Nigeria

Monte Sole

Nel Parco Storico di Monte Sole, ci sono le straordinarie bellezze naturalistiche e la ricchezza faunistica, ma dal 29 settembre al 5 ottobre 1944 è stata scritta una delle pagine più tragiche durante la Guerra di Liberazione e della storia italiana con l’ uccisione di più di 700 civili che abitavano in tanti piccoli paesi. Il Parco è stato istituito con lo scopo di ricordare a noi quegli avvenimenti drammatici, mantenere aperta la riflessione sulle vicende accadute e riportare la vita sui luoghi sconvolti dal conflitto.
蒙特索尔历史公园,有着非凡的自然美景和丰富的动植物,但是在1944年9月29日至10月5日,解放
战争在这里发生成为了意大利历史上最悲惨的一页。 公园的设立旨在提醒我们这个戏剧性的事件,
保持对历史事件的反思。
Ziquing Huang _Cina