Giuseppa Fernandez (Italia) – La mia giornata

Giuseppa con il marito

La mia giornata crevalcorese

Stamattina mi sono svegliata alle 5:30 perchè il bambino non stava bene, così gli ho fatto l’areosol, il latte e si è addormentato.

Io invece non riesco a prendere sonno, così ho preparato il caffè e l’ho preso con mio marito. Gli ho preparato il latte e biscotti, e intanto pulisco la casa, mi organizzo la giornata, lui ha fatto la sua colazione e poi la doccia, si prepara per andare al lavoro, nel frattempo chiacchieriamo.

Mio marito alle 6:30 va via. Alle 7:00 comincio a chiamare le bambine per la scuola. E inizio a dire Francy ,Michi alzatevi è tardi!! ma loro niente! Quando inizio a strillare loro si alzano borbottando:<<no alzati prima tu Miki ,no tu Franci >> .  Finchè non mi vedono nera. Allora capiscono che è ora di finirla, preparo la colazione alle bimbe ,  latte cereali, biscotti, fette biscottate intanto loro litigano sempre! Le preparo per vestirle e dopo loro fanno tutto da sole, poi si sveglia il piccolino anche a lui gli preparo il latte con biscotti, lo metto dentro il seggiolone e gli metto la canzone di Rovazzi; è un cantante che a Maurizio piace molto. Poi lo lavo, lo vesto da maschiaccio e lo porto al nido. Faccio due chiacchiere con le “dade” poi vado a fare spesa perchè oggi ho la giornata libera e mi dedico ad organizzare cosa preparare per il pranzo e la cena.

Allora verso le 10:30 fino alle 12:30 stiro i panni poi faccio la pasta con la salsiccia e i pomodorini e la panna.

Faccio soffriggere la cipolla con un filo d’olio d’oliva poi metto l’impasto di salsiccia e lo faccio cuocere un po’, lo sfumo con un goccio di vino bianco, poi i pomodorini tagliati a metà, dopo circa 10 minuti aggiungo la panna. Colo la pasta e la metto dentro la padella con il condimento e lo faccio amalgamare, poi buon appetito! A pranzo aspetto che torna da scuola Francesca, la mia bimba più grande, così pranziamo insieme. Quando siamo a tavola lei mi racconta la sua giornata a scuola, le faccio fare i compiti, ci bisticciamo di continuo per tutto. Sembriamo due sorelle.

Alle 14 inzia un programma sulla “5” lo guardo un po’. Dopo comincio a pulire. Alle 16 vado al nido a prendere Maurizio, il piccolino! Poi vado all’elementari alle 16:30 per Miki, la seconda bimba. Andiamo a casa la faccio rinfrescare poi la porto a danza artistica. In casa mia è un caos. Quando sono tutti e tre insieme. Il piccolo gattona e comincia ad aprire i cassetti, invece le altre due si bisticciano di continuo!! Aiuto!!

Francesca è una bambina che organizza con le compagnette per uscire, per mangiare insieme, la cosa che mi fa arrabbiare è che dopo devo pensare a tutto io, lei organizza e io faccio! Ho sempre poco tempo, raramente esco con le amiche, perchè la mia vita è frenetica. Dopo arriva Leo a casa e gli dico cosa deve preparare per cena, carne di equino contorno di spinaci e sottilette, io invece vado a scuola a studiare. Quando finisco la scuola, da San Giovanni a Crevalcore ci sono circa 15 minuti di strada, arrivo a casa. Se il piccolo inizia a chiamarmi: “Mamma, Mamma?” capisco che ha sonno e assieme alle sorelline ci mettiamo a letto e racconto loro una storia. Dopo dò loro il bacio della buonanotte vado nel mio letto con Maurizio che mi accarezza la faccia e si addormenta. Poi ceno con mio marito e parliamo dei bambini, del lavoro e quando abbiamo finito di cenare guardiamo un po’ di tv e poi andiamo a letto.